Nella mia vita da stregone, le persone e i colleghi conosciuti sono tanti, chi più chi meno, con grandi doti e qualità, tassi di passione e pazzia molto alti…

Bè credetemi ho conosciuto l’istrione del Tombea perduto… L’ultimo del Tombea… avrei ancora un sacco di appellativi ma GERMANO EGGIOLINI questo è il suo nome è lui che regna a Masaga località Denai, lassù alza la coppa del Tombea, il formaggio quasi ormai morente… è l’unico ancora con il buon latte delle mucche razza rossa di montagna che riesce ancora ad avere ragione di questa grande qualità della Valvestino.

Germano, benvenuto negli stregoni del gusto!

I 10 anni all’Osteria Capoborgo, potevano segnare per me, una chiusura di sfida con il mio lavoro e pensare ad un dopo più tranquillo e di media attenzione…

ho scelto di approdare a Villa Fiordaliso, una casa neo classica di grande fascino e spessore, una scelta dovuta a tanti motivi, ma soprattutto perché ho ancora fame di successi di vita e di lavoro, le grandi sfide mi hanno sempre appassionato e le scelte avvincenti mi hanno sempre incentivato.

Villa Fiordaliso è divisa principalmente in 3 situazioni… l’hotel, inserito nel circuito di dimore di lusso della Relais chateaux, dove si trova anche il ristorante gourmet, un po’ staccato c’è la Torre San Marco, dove vi è un bellissimo cocktail bar e un piccolo bistrò aperto solo la sera. Nel finale del parco troviamo lo spazio per gli eventi.

Formaggi di capra con la Signora Cristina di Azienda Agricola Valpersane di Mompiano.

Con questa famiglia ho instaurato un rapporto eccezionale, persone semplici, lavoratori e conservatori di un rispetto unico per la qualità dei loro prodotti e per come li riescono a portare a certi livelli, qui ho conosciuto un caprino semi stagionato di altissima qualità, chiamasi Barbatasso, nome di battesimo strano ma solo perché si presenta in maturazione con muffe nobili che assomigliano alla pelliccia del tasso.